Problemi alle Libere 2 di Superbike ad Imola

prove libere della superbikeIl secondo turno delle Prove Libere di Superbike ad Imola non sono state decisamente fortunate, poiché sono state contraddistinte da ben due bandiere rosse, che hanno fatto abbrevviare questa sessione di ben 12 minuti sul tempo effettivo, chiudendo così in anticipo la giornata. Ad ogni modo, c’è stato ugualmente il pilota che è riuscito a distinguersi in questa gara e stiamo parlando del britannico Jonathan Rea che ha corso i suoi 12 giri realizzando come miglior tempo 1’48’’147. Dopo il second posto nelle libere 1 Rea si conferma quindi il pilota da battere, candidandosi come grande favorito anche per la Superpole.

Tom Sykes e Marco Melandri, invece, li troviamo al secondo ed al terzo posto con la Kawasaki ZX-10R e l’Aprilia RSV4 Factory; entrambi hanno realizzato i tempi di 1’48’’187 e 1’48’’261. La top five si chiude con l’italiano della Ducati 1199 Panigale R ovvero Davide Giugliano che ha realizzato il tempo di 1’48’’574. Anche Giugliano conferma il buono stato di forma ed è atteso ad una buona prestazione nella gara di casa.

by Melody Laurino

Marquez vola nelle Prove Libere 2

motogp gran premio argentina

 

In occasione del secondo turno delle Prove Libere in Argentina, sul tracciato di Termas de Rio Hondo, il pilota spagnolo Marc Marquez è tornato a far sentire la sua presenza in pista. Difatti, lo stesso è riuscito a muoversi al meglio su una pista che rimane comunque inedita, ma che non ha messo in difficoltà la sua Honda. Lo spagnolo campione del mondo in carica si conferma ancora una volta il pilota da battere, candidandosi come grande favorito anche in questo gran premio di Moto GP.

Dietro al suo crono di 1’39’’313 troviamo Jorge Lonrezo e Daniel Pedrosa che, a sua volta, è stato seguito a ruota da l’altro spagnolo Aleix Espargarò. Dietro poi c’è Stefan Bradl, il tedesco della Honda RC213V che ha concluso il miglior giro in un tempo totale di 1’40’’891. La top 5 si conclude con Andrea Dovizioso, che ha scelto di correre al meglio con la sua Desmosedici GP14, portando a casa un crono paria 1’41’’042. Valentino Rossi rimane fuori dalla prima fila, nonostante il buon passo gara dimostrato nelle simulazioni di Gran Premio. Si prospetta quindi un’altra gara con le Honda favorite e le Yamaha ad inseguire.

by Melody Laurino

Gara 1 di Aragon: Tom Sykes domina

gara 1 superbike ad aragon Giunge a termine l’appuntamento sportico con il Superbike di Aragon e, ancora una volta, dobbiamo volgere lo sguardo al pilota inglese della Kawasaki: stiamo parlando di Tom Sykes che, dopo aver conquistato la 20° Superpole proprio ieri, si porta a casa anche la vittoria.

Il campione del mondo in carica è riuscito a sfruttare al meglio la sua posizione di vantaggio all’avvio della gara e si è portato avanti sul tracciato spagnolo. Durante i giri in pista si è creato abbastanza spazio dai suoi avversari, approfittando anche dello scontro tra Giugliano e Baz. Proprio quest’ultimo a portato a casa il secondo posto, mentre che subito dietro in terza posizione c’è il pilota inglese della Honda, Jonathan Rea. La top 5 continua poi con altri due inglesi: si tratta di Chaz Daviez della Ducati e di Eugene Laverty della Suzuki.

by Melody Laurino

Superbike: successo con i test di Honda a Cartagena

test honda per la superbike

 

Leon Haslam e Jonathan Rea sono tornati a casa dopo ben tre giorni dedicati ai test delle loro moto; questi si sono svolti sul tracciato spagnolo di Cartagena. Questa è stata anche la giusta occasione per far tornare nuovamente in pista i due piloti che, dopo un mese dalle gare Superbike di Phillip Island, hanno potuto osservare meglio da vicino le proprio moto migliorate.

Più precisamente si parla di miglioramenti per quanto riguarda il telaio della Honda Superbike, ma anche per quanto concerne la trazione e la motenza delle moto di Haslam e Rea. Haslam, difatti, ha sottolineato che hanno scoperto un nuovo forcellone e che ci sono ancora un paio di componenti che devono essere provati per bene. Rea, invece, ha messo in luce come siano migliorati, anche grazie al lavoro fatto nei primi giorni del test con Michele Magnoni.

by Melody Laurino

La nuova livrea della Ducati

livrea ducati 2014

 

Presso l’Audi Forum di Monaco di Baviera è stata presentata la nuova livrea della Ducati Desmosedici GP14, moto che ritroveremo in pista nelle mani di Andrea Dovizioso e Cal Crutchlow con l’avvio della nuova stagione del Moto Mondiale 2014. La nuova grafica mette in mostra le moto con molto più bianco anche se non manca il rosso opaco ed un accenno di tricolore, posto sulla punta della carena.

Insieme all’aspetto estetico, Ducati ha presentato anche gli aspetti tecnici di questa due ruote: la Desmosedici di Dovizioso e Crutchlow si presenta con un quattro cilindri a V di 90° raffreddato a liquido. La potenza di questa moto è superiore ai 235 cv ed è in grado di raggiungere la bellezza di 330 km/h. Per quanto concerne l’alimentazione, notiamo un impianto a doppio iniettore, fornito da Magneti Marelli, ed il nuovo sistema EVO-2-TCF.

Buono il riscontro ottenuto nei test di inizio stagione, con la moto di Borgo Panigale che torna nelle prime posizioni, cosa che dal il binomio in motogp rossi ducati non si è vista molto spesso.

by Melody Laurino

Ambrogio Racing 2014 presenta la nuova livrea

livrea ambrogio racing 2014Ieri pomeriggio, alle 18:00 circa, il team Ambrogio Racing ha presentato la squadra e la stagione 2014 all’Otel di Firenze. Per l’occasione non sono mancati i piloti Brad Binder e Jules Danilo, ma anche il management, gli sponsor ed i tecnici.

Come di consueto questi incontri sono sempre ideali per coloro che desiderano guardare “dietro le quinte”, per scoprire così un po’ della vita di tutte quelle persone che si impegnano e lavorano con tutte le proprie forze all’interno del mondo delle competizione su due ruote.

La stagione di Moto3, che prenderà il via il prossimo 23 marzo 2014, vedrà tra protagonisti anche questi piloti ed il team, quindi se siete degli appassionati di questo sport, non perdete l’appuntamento con la prima giornata del campionato 2014.

by Melody Laurino

Test a Portimao per il World Superbike

test superbike a portimaoNell’attesa che riprenda ufficialmente il via con gli appuntamento sportivi del World Superbike, ci interessiamo ai test che si sono di recente conclusi presso il circuito di Portimao. Qui i piloti Superbike hanno potuto collaudare le proprie due ruote sul tracciato ed inoltre hanno potuto osservare com’è il rapporto tra loro e la due ruote.

In occasione dell’ultima giornata dedicati ai test, oltre alla Ducati ed all’Honda, è arrvato anche il team Aprilia che ha potuto correre sul tracciato, dopo la tregua concessa dal tempo, anche se in realtà il manto stradale è stato ugualmente scivoloso. Questo fenomeno ha portato i piloti del Superbike a mantenersi nella media, senza incrementare di troppo la velocità sul tracciato.

Ad ogni modo, in cima alla classifica dei tempi troviamo il pilota della Ducati, Davide Giugliano, seguito poi a ruota dall’avversario dell’Aprilia, Marco Melandri e dal pilota dell’Honda Jonathan Rea. Leon Haslam e Chaz Davies, piloti di Honda e di Ducati, si sono accaparrati il quarto ed il quinto posto con i tempi di 1’44’’4 e 1’44’’6.

Alle prossime giornate dedicate ai test si aggiungeranno poi anche altri team: parliamo della Suzukki e della MV Augusta, mentre che Kawasaki rimarrà fuori dal giro dei test. Non resta che attendere per ammirare i piccolo o grandi sconvolgimenti che si potrebbero verificare con i test in Portogallo.

Ecco i risultati della terza giornata dei test:
1. Davide Giugliano – 1’44″3
2. Marco Melandri – 1’44″3
3. Jonathan Rea – 1’44″3
4. Leon Haslam – 1’44″4
5. Chaz Davies – 1’44″6

by Melody Laurino

Pol Espargaro, il vincitore del Moto2 a Motegi

moto2 motegi

Il pilota Pol Espargaro è il vincitore del MotoMondiale 2013 e più precisamente della classe Moto2. La sua vittoria è stata conquistata in Giappone a Motegi.

In occasione dello scontro a Motegi, per quanto riguarda il Moto2, si è distinto un pilota: stiamo parlando di Pol Espargaro che già nel 2012 si era dovuto confrontare con Marc Marquez e poi ha dovuto duellare con Scott Redding.

Ad ogni modo, il pilota spagnolo del Tuenti HP 40 è riuscito a coronare il suo sogno in sella alla sua due ruote Kalex, realizzando un tempo totale di 28’15.162. Al secondo ed al terzo posto, invece, troviamo Mika Kallio, il pilota finlandese del Marc VDS Racing Team, e lo svizzero Thomas Luthi dell’Interwetten Paddock Moto2. [ga]

A chiudere la top 5 della corsa di Moto2 ci sono i piloti Xavier Simeon e Julian Simon: il belga e lo spagnolo, correndo con le loro Kalex, sono riusciti a completare la loro gara sul tracciato di Motegi in un tempo totale pari a 28’23.582 e 28’25.477. Un altro spagnolo lo troviamo al sesto posto: stiamo parlando di Nicolas Terol, pilota dell’Aspar Team Moto2 che ha corso con la sua Suter realizzando un crono pari a 28’26.526.

Al settimo, ottavo e nono posto, invece, troviamo Alex De Angelis, Dominique Aegerter e Takaaki Nakagami: questi tre, correndo rispettivamente in sella alle loro Speed Up, Suter e Kalex, hanno terminato la propria gare con un tempo di 28’27.880, 28’30.771 e 28’33.576. La top 10 si chiude con la decima posizione di Mattia Pasini del team NGM Mobile Racing, che ha corso in un tempo totale di 28’35.841.

Classifica gara Moto2 a Motegi:

  1. Pol Espargaro
  2. Mika Kallio
  3. Thomas Luthi
  4. Xavier Simeon
  5. Julian Simon
  6. Nicolas Terol
  7. Alex De Angelis
  8. Dominique Aegerter
  9. Takaaki Nakagami
  10. Mattia Pasini

a cura di Melody Laurino